fbpx

Famiglie vicine, famiglie lontane, famiglie ferite. 
Le famiglie sono tante ed eterogenee, hanno dovuto ristabilire nuovi equilibri, nuove routine e creare spazi nuovi. Ci sono le famiglie separate da una “quarantena” che le vede distanti geograficamente, le famiglie degli operatori in prima linea in questa emergenza, le famiglie che pensavano di conoscersi e invece entrano in crisi in questo nuovo modo di relazionarsi dettata da una convivenza forzata.

Nessuna famiglia era pronta ad una difficoltà come questa. Abbiamo perso tutta la “normalità” della nostra vita precedente e ne riscopriamo il valore e i limiti. La famiglia, in questo momento, è apparentemente il luogo più sicuro, che ci protegge dall’esterno ma, in realtà, internamente possono nascondersi grandi ferite.

In molte famiglie, i genitori, lavorando da casa, convivono con bambini più piccoli reclusi da mesi che chiedono attenzione e stimoli, con figli che vanno seguiti nei compiti o con anziani che oggi vanno protetti più di ieri. Smart working e figli a casa, una condizione per niente facile.

I genitori sono pieni di domande su come gestire e proteggere l’aspetto emotivo, psicologico e sociale dei propri figli, con la doppia difficoltà di lavorare anche su stessi perché anche gli adulti sono messi di fronte ad una situazione emotivamente critica.
I nostri figli, in realtà, diventano per noi un esempio da seguire nel superare questa emergenza, ci mostrano ad esempio la loro capacità di adattamento, sanno arrabbiarsi ma senza conservare rancore: tutte abilità che possono ispirarci per sopravvivere in questa “quarantena”.

Valory ha nel suo DNA una grande sensibilità al sostegno del benessere psicologico dei giovani attraverso lo strumento Valory Help. Un supporto professionale gratuito di psicologi iscritti all’Ordine FVG, Emilia Romagna, Trentino, con una call sempre aperta per accogliere nuovi professionisti,  al servizio dei giovani, con il compito di aiutarli a sviluppare  fiducia in se stessi e negli altri, attraverso l’ascolto gestito nel rispetto del loro anonimato. Oggi propone una nuova iniziativa proprio a supporto delle famiglie: Valory4Family! (scopri qui il programma)

L’iniziativa si pone l’obiettivo di  supportare genitori e figli in questo isolamento in casa, cercando di renderlo meno difficile e per ricominciare consapevoli dei nuovi equilibri.
Un percorso di sostegno sviluppato grazie al supporto dei nostri professionisti psicologi e formatori appartenenti al Team Valory, per supportare le famiglie nella gestione di questo “tempo sospeso” da vivere insieme.

Saranno messe a disposizione aule virtuali tramite piattaforma digitale e ci rivolgeremo ai genitori e figli di tre differenti fasce d’età:

  • scuola primaria, 
  • scuola secondaria di primo grado, 
  • scuola secondaria di secondo grado, 

ai quali verranno proposti 3 percorsi ad hoc suddivisi in 3 sessioni guidate più una conclusiva di confronto.

Ogni professionista seguirà un gruppo di massimo 10 famiglie guidandole in un percorso di giochi di ruolo, di arte terapia, mindfulness e confronto.

E’ un percorso rivolto a tutti. Senza distinzione di età, ceto sociale, professione. Ognuno di noi ha le sue fragilità che si esprimono in modo e a livelli diversi, ma tutte sono accomunate da sentimenti come paura, incertezza sul futuro, stress, preoccupazione.

Il virus non porta con sé solo la perdita delle persone care o le terapie intensive, ma è anche isolamento e questo può confonderci o farci reagire positivamente. Non è facile, ma abbiamo l’opportunità di ri-creare modelli nuovi su cui costruire il prossimo futuro modificando tutte quelle abitudini di cui eravamo scontenti dando nuovo colore al concetto famiglia.

Per informazioni sui laboratori VALORY4FAMILY inviate un’email a valoryhelp@valoryapp.com


Scritto da Linda Lato